Per quando ci si sente “bloccati”

Share Button

Nella vita ci si può sentire “bloccati”: è questo un momento doloroso dal quale, però, è possibile uscire migliori e più forti di prima: ecco alcuni suggerimenti per riuscirci.

Può essere terribile sentirsi bloccati: potresti sentire di non poter avanzare o potresti non sapere come andare avanti.

Quando ci si sente bloccati, può sembrare che altri abbiano la loro vita mentre tu no.

Ci si sente bloccati:

  • nel matrimonio o nelle relazioni
  • nel lavoro
  • con la bassa autostima
  • con la mancanza di soddisfazione personale
  • con la perdita di ambizione

Quando ci si sente bloccati, spesso è un segno che qualcosa, nella vita, deve cambiare

Tuttavia, la paura e l’impotenza sono due stati comuni che possono spingere le persone a rimanere bloccati più a lungo.

Sbloccarsi

Quando ci si sente bloccati, i pensieri possono appannarsi per la frustrazione e per altre emozioni spiacevoli ma è importante cercare di non scoraggiarsi.
Ricorda:

Ciò che consideri un blocco può essere invece un punto di appoggio per una nuova crescita

Anche se potresti sentirti come a un punto morto, puoi rimanere “libero” raggiungendo la giusta concentrazione e la giusta mentalità. A volte, questo è il cambiamento necessario.

Ecco quindi alcuni suggerimenti per sbloccarti:

  • Prenditi del tempo per valutare le tue circostanze attuali. Per quanto sia difficile, è necessario valutare la tua situazione. Può essere utile passare almeno 15 minuti al giorno a riflettere sulle circostanze con una mente onesta e aperta. Cerca di capire perché ritieni di non poter andare avanti. È anche importante riconoscere eventuali scuse dietro le quali potresti nasconderti. Prendere possesso delle tue scelte ti rende responsabile delle tue azioni. Mentre questo può essere molto difficile, può anche essere incredibilmente potente.
  • Abbraccia il tuo stato attuale. Abbracciare le “tue” circostanze è il primo passo per andare oltre il tuo stato attuale. Non significa che ti piace quello che sta succedendo o come ti senti. Se invece accetti che ciò che sta avvenendo potresti riuscire a creare un piano per andare avanti. Tu controlli il tuo viaggio.
  • Considera come ti piacerebbe andare avanti. Anche se potresti non sapere con precisione come vorresti andare avanti, è essenziale considerare. Parlare con una persona imparziale può essere utile, in quanto può aiutarti a valutare la situazione da una prospettiva diversa e trovare possibilità di andare avanti che potresti non aver considerato.

Altre cose da considerare

È importante rendersi conto che il tempo in cui si è bloccati varia a seconda dell’individuo e della situazione. Non confrontarti con gli altri. Tu e il tuo insieme di circostanze non siete gli stessi di qualcun altro.

Andare avanti è un viaggio, non una maratona.

Fare un passo alla volta può sembrare un processo lento, ma spesso è il più efficace.

Durante le valutazioni quotidiane delle circostanze attuali, considera i passaggi su cui stai lavorando o che hai già completato in modo da poter vedere i progressi che hai fatto. E’ anche fondamentale non essere eccessivamente critici nei confronti di se stessi e di eventuali errori che si potrebbero commettere.

Cerca di non farti scoraggiare battute d’arresto o ostacoli imprevisti (come l’ansia: ne abbiamo parlato qui). Mentre questi ostacoli possono farti cambiare i tuoi piani per andare avanti, puoi comunque controllare la tua destinazione. Cerca di considerare gli errori e gli ostacoli come opportunità di crescita in modo da essere ancora più attrezzato per raggiungere i tuoi obiettivi.

Non avere paura di cercare un aiuto professionale
La terapia può essere un modo efficace per aiutarti ad andare avanti, specialmente quando, nonostante i tuoi sforzi, continui a sentirti come a un punto morto. Andare in terapia non è un segno di debolezza, e non significa che sei “pazzo”.

In tutta la mia ormai lunga carriera ho aiutato molti pazienti ad affrontare e risolvere i problemi di ansia, per questo non esitare a contattarmi, senza nessun impegno: potremo decidere di lavorare insieme per risolvere questo problema.

Ricevo a Milano, a Spino d’Adda e a Crema.

  • Puoi fissare un appuntamento direttamente online cliccando qui.
  • Rispondo al numero 0373 966 456
  • Chiamami o mandami un messaggio (anche Whatsapp) al numero 338 655 33 28
  • Oppure utilizza la seguente form: