Cervello degli adolescenti: cosa succede?

Share Button

Se stai leggendo questo, probabilmente sei un genitore, un insegnante o forse un adolescente. In ogni caso, ti senti confuso da comportamenti imprevedibili e volatili, emozioni che sembrano sorgere come un tornado dal nulla. Il cervello degli adolescenti è un turbine!

Cosa causa tutto questo caos e tutta questa confusione? Come aiutare tuo figlio? Ecco ciò di cui parleremo in questo articolo.

La struttura del cervello

Pensiamo alla struttura del cervello come ad un cono gelato con due misurini. Il cono stesso è la parte più primitiva del cervello, chiamata tronco cerebrale. Controlla le funzioni di base come la vigilanza, la respirazione, la pressione sanguigna e la temperatura corporea. Seduto in cima al cono si trova il primo cucchiaio, il cervello emotivo (chiamato sistema limbico), che è coinvolto nel controllo ormonale , nella memoria e nelle reazioni emotive automatiche (e di solito inconsce ). Il secondo cucchiaio è il cervello conscio, pensante, progettuale (chiamato corteccia).

Se guardiamo più in profondità, o al microscopio, nel cervello, vediamo che ci sono milioni di cellule nervose che, come le strade e le autostrade, sono collegate tra loro.

Primo, non solo ci sono molte, molte strade, ma sembrano convergere su certi punti che chiamiamo città, paesi e quartieri. Nel cervello, questi punti di convergenza sono chiamati nuclei. Uno dei principali nuclei del cervello è chiamato amigdala. Questo nucleo controlla rabbia , paura e sesso . Ci dice anche (prima che siamo consapevoli coscientemente) se una situazione è sicura, eccitante o pericolosa e il nostro corpo reagisce (di nuovo, prima che siamo consapevoli) immediatamente a questo riflesso inconscio. Questa valutazione della situazione si basa sulle esperienze della prima infanzia .

Il cervello adolescente che cambia

Durante l’adolescenza, sotto l’influenza di nuovi massicci messaggi ormonali, nonché dei bisogni e delle esperienze attuali, il cervello degli adolescenti viene rimodellato e ricostruito. Le autostrade dell’informazione sono state accelerate (un processo chiamato mielinizzazione) e alcune vecchie strade vengono chiuse (questo è chiamato potatura); alcuni vengono reindirizzati e ricollegati ad altre destinazioni. E soprattutto, le vecchie autostrade dell’informazione creano molti nuovi collegamenti con altre autostrade e altre città e paesi (questo è chiamato germogliamento).

È un enorme progetto di costruzione, diverso da tutto ciò che accade in qualsiasi altro momento della vita. In una situazione del genere, le cose raramente fluiscono senza intoppi e le destinazioni a sorpresa prosperano.

Una delle cose importanti da ricordare è che ciò che un adolescente fa o a cui è esposto durante questo periodo critico della vita ha una grande influenza sul futuro della persona, perché l’esperienza e le esigenze attuali modellano il processo di potatura e germinazione nel cervello.

Quindi, se un adolescente sta giocando a molti videogiochi, questo modellerà il cervello in modo tale che possa diventare un eccellente pilota di caccia, ma diventare un contabile o un ricercatore sarà molto più difficile. Essere il clown della classe aiuterà a diventare un buon venditore in seguito; l’esposizione a droghe, sesso al computer o film violenti modellerà anche il cervello e il futuro dell’adolescente, gettando i semi della dipendenza e del conflitto interpersonale.

Un cervello che cambia significa un’identità che cambia

A causa di tutti i cambiamenti che stanno avvenendo nel cervello, così come nel loro mondo sociale e accademico, gli adolescenti hanno un profondo bisogno di definire se stessi, di chiarire chi sono e cosa rappresentano.

Poiché stanno perdendo la loro identità preadolescenziale, sono alla disperata ricerca di una nuova identità.

Questa ricerca può avere aspetti costruttivi o distruttivi. Spesso la nuova identità viene fornita dal loro gruppo di pari, nel bene e nel male. Poiché l’adolescente non sa chiaramente cosa vuole o cosa può fare, gli piace provare molte cose diverse. Questo li aiuta a scoprire cosa funziona per loro, cosa sembra giusto e chi stanno diventando. Il ruolo del genitore-insegnante è quello di consentire e incoraggiare un’esplorazione sicura.

L’approccio costruttivo alla formazione dell’identità, che dovrebbe essere supportato da genitori e insegnanti, è provare nuovi hobby, prendere nuovi corsi, essere coinvolti in nuove organizzazioni. Dovrebbe essere incoraggiata l’esplorazione controllata di nuovi territori. Gli adolescenti hanno bisogno di una guida, non di libertà illimitata. Hanno bisogno di novità, ma entro i limiti.

D’altra parte, un modo comune, facile ma non produttivo per definire la propria identità è fare o essere l’opposto di ciò che sono i genitori e farsi coinvolgere in attività non controllate. È inevitabile che ci sarà uno scontro e verranno testati i limiti. I genitori dovrebbero sempre considerare che è meglio per un adolescente discutere se deve andare a scuola, piuttosto che se può stare fuori con gli amici fino all’una di notte.

Territorio del cervello non sviluppato

Una parte del cervello degli adolescenti che è rimasta sottosviluppata è chiamata corteccia prefrontale (PFC). Questa parte del cervello, quando è completamente sviluppata, è in costante dialogo con il cervello emotivo (il cervello limbico).

Nell’adulto, il PFC e il cervello limbico sono in equilibrio, ciascuno inibendo l’altro. Per l’adolescente, tuttavia, il PFC non è sviluppato e il cervello emotivo (inclusa l’amigdala di cui sopra) governala situazione. L’adolescente pensa: “Sarà eccitante!” – ammesso che ci pensi.

Condivisione del tuo PFC

Un modo molto efficace per genitori e insegnanti per aiutare gli adolescenti a sviluppare il PFC è assicurarsi che abbiano un po ‘di  capacità di immaginare le conseguenze delle loro azioni. Questo richiede un po ‘di riflessione, una funzione PFC che deve essere fornita dagli adulti, sulle nuove libertà e responsabilità che avranno i ragazzi.

Nel caso della guida, ad esempio, è utile che i genitori preparino il preadolescente con l’idea che dovrà mettere da parte dei soldi per pagare l’auto, l’assicurazione, il gas, ecc. Farlo sapere in anticipo all’adolescente, in un certo senso, significa prestare all’adolescente le nostre funzioni del lobo frontale.

Nutrizione, droghe, alcol e cervello adolescente

Uno dei problemi più trascurati e problematici per gli adolescenti è l’alimentazione. L’amigdala e altre aree del cervello sottoposte a mielinizzazione (per far funzionare molto velocemente quelle che collegano le autostrade) richiedono grassi sani. Ciò significa oli di pesce. Il pesce è cibo per la mente . La ricerca moderna ha dimostrato che questo è vero. Livelli elevati di questi acidi grassi omega 3 sono associati a meno depressione e suicidio e molti altri benefici per la salute troppo numerosi per essere menzionati qui.

Inoltre, estremamente importante per l’adolescente in crescita è assicurarsi che il cervello riceva abbastanza zinco. Lo zinco fa funzionare correttamente la sostanza chimica che regola l’umore, la serotonina. Se c’è troppo poco zinco, spesso c’è troppo della sostanza chimica alla ricerca di novità, la dopamina , e persino la sostanza chimica che produce ansia , il glutammato.

Ottenere abbastanza zinco è una sfida per gli adolescenti perché le loro ossa in crescita assorbono gran parte dell’apporto di zinco del corpo, lasciando il cervello degli adolescenti “a secco”. Questo si manifesta come irritabilità e malumore, oltre a macchie di zinco (macchie bianche) sulle unghie.

Ciò che non aiuta affatto il cervello degli adolescenti, sono l’alcol e le droghe. Per molte ragioni, tra cui il fatto che il cervello adolescente sta cambiando a un ritmo così rapido, nuove esperienze che sono piacevoli (ad esempio la musica) molto rapidamente diventano abitudini. Così l’adolescente diventerà dipendente da sostanze molto più facilmente di quanto lo farà un adulto. L’alcol e le droghe causano un cambiamento che tenderà a stabilizzarsi.

Ogni adolescente è unico

Ogni adolescente è diverso e richiede un approccio diverso. Se tuo figlio è uno studente responsabile e diligente e ha coetanei “bravi” puoi pensare di fidarti di più. D’altra parte, se mostra più segni di impulsività, il che significa un PFC non sviluppato, potrebbe non essere pronti a stare da solo con libertà illimitata. Sforzati di vedere quali sono le migliori qualità di tuo figlio adolescente, dove risiede la sua unicità, e aiutalo a trovare la sua identità.

È il meglio che tu possa fare per l’adolescente che ami.

Non è raro avere bisogno di aiuto. Per questo è opportuno trovare un aiuto professionale: sia per te che per tuo figlio. Non esitare quindi a metterti in contatto con il dott. Giancarlo Stoccoro che da tanti anni si occupa di adolescenza. E’ opportuna risolvere i problemi sul nascere prima che si ingrandiscano.

Il dott. Giancarlo Stoccoro riceve su appuntamento:

  • Milano in via Lamarmora 2/a (fermata Crocetta, linea gialla)
  • Crema (CR) in vicolo San Benedetto 2
  • Spino d’Adda (CR) in via Ponchielli 7

Tel. 0373 966 456
Cell. 338 655 33 28