disturbi del sonno

Disturbi del sonno: 10 suggerimenti

Share Button
Sono milioni le persone che soffrono di disturbi del sonno. Avevo già avuto modo di inquadrare la questione in un precedente articolo (che puoi leggere CLICCANDO QUI). Ora vorrei proseguire approfondendo l’argomento e dando alcune indicazioni pratiche.

Attualmente, ci sono oltre 80 disturbi del sonno documentati, con l’insonnia (scarsa qualità o mancanza di sonno) che è la più diffusa. Gli individui che soffrono di insonnia mancano di una quantità sufficiente di sonno ininterrotto necessario per svegliarsi sentendosi riposati.

L’insonnia non trattata può aumentare le probabilità di sviluppare seri problemi di salute come depressione, ansia, malattie cardiache e può persino aumentare il rischio di mortalità negli individui più anziani.

Fortunatamente, ci sono molte opzioni di trattamento disponibili per l’insonnia e nella maggior parte dei casi il trattamento non richiede farmaci, ma implica affrontare i problemi fisici e psicologici che stanno alla base del problema del sonno.

Ovviamente è necessario essere aiutati da persone professionalmente preparate per affrontare i distuRbi del sonno, altrimenti il rischio è di non ottenere alcun beneficio

Nel frattempo ti suggerisco alcuni accorgimenti che potrebbero davvero aiutarti.

I seguenti 10 suggerimenti possono aiutarti, non solo con l’insonnia ma per combattere in generale i disturbi del sonno, così da ottenere il riposo della buona notte che desideri e di cui hai bisogno:

  1. Tenere un diario del sonno: annota ciò che stai mangiando e bevendo, a che ora vai a letto, quando ti svegli, e per quanto tempo stai dormendo. Prova per una settimana; le informazioni che scrivi possono fornire importanti indizi sul motivo per cui non stai dormendo come vorresti.
  2. Migliora il tuo ambiente di sonno: la camera da letto dove dormi potrebbe influenzare la qualità e la capacità di dormire. La stanza non dovrebbe essere troppo calda o troppo fredda. Il cuscino con cui dormi dovrebbe fornire un sostegno adeguato e anche gli indumenti che indossi dovrebbero essere comodi a contatto con la pelle. Se la tua stanza è troppo luminosa prova con tende e tendaggi più spessi e se è troppo rumoroso prova a dormire con i tappi per le orecchie: il silicone funziona molto bene.
  3. Sposta l’orologio: le persone con insonnia si fissano spesso all’orologio e osservano il tempo che passa. Spostare la sveglia fuori dalla vista può aiutare a ridurre la fissazione e alleviare il livello di stress.
  4. Rilassati: prova gli esercizi di respirazione o il rilassamento progressivo per aiutarti a rilassare il tuo corpo.Rilassarsi per addormentarsi è difficile e quindi le tecniche di rilassamento semplici e naturali potrebbero aiutarti.
  5. Pensa positivo: i pensieri che attraversano le nostre menti spesso sono contro di noi. La connessione tra la mente e il corpo è forte e con pensieri negativi come “Dovrei essere addormentato adesso” o “Perché non posso semplicemente dormire come una persona normale” potrebbero effettivamente inibire il sonno. Presta attenzione alle cose che dici a te stesso quando stai cercando di dormire. Sono positivi o negativi? Se sono negativi, sostituisci questi pensieri con qualcosa di più positivo perché può aiutarti ad addormentarti con maggiore facilità.
  6. Dormi e fai sesso a letto: l’associazione che possiamo fare con la camera da letto può influenzare la qualità del sonno. Usa il letto solo per dormire e per fare sesso. Limitare l’uso del letto aiuterà a creare associazioni positive che al momento potresti non avere. Se stai lavorando a letto o navigando in Internet prima di andare a dormire, potresti creare associazioni negative che alimentano l’insonnia.
  7. La regola dei 15 minuti: se ti trovi ancora sveglio dopo 15 minuti di tentativi di dormire nel letto, esci! Leggi un libro, fai una breve passeggiata o trovati un’attività che ti aiuti a rilassarti finché non ti senti stanco. Una volta che ti senti stanco, torna a letto e prova ad andare a dormire. Prova a ripetere questo finché non sei in grado di addormentarti.
  8. Stabilire una routine di sonno: può aiutare con l’insonnia.
  9. Parla con un terapeuta: la ricerca ha dimostrato che la terapia cognitivo comportamentale (CBT) può essere utile nel trattamento dell’insonnia.
  10. Vedi il tuo medico di famiglia: se hai provato le tecniche sopra e hai ancora difficoltà a dormire, la causa potrebbe essere fisica e non psicologica. Parla al tuo medico della tua lotta con il sonno perché si potrebbe valutare anche un’opzione farmacologica. Io posso prescrivere direttamente e ho parlato QUI cosa penso dell’uso dei farmaci.

 

Ricorda che il tuo corpo ha bisogno di dormire per funzionare correttamente e che l’insonnia può e deve essere trattata per evitare possibili problemi di salute e psicologici.

Se sei preoccupato/a per la tua insonnia e vorresti parlarne contattami senza esitare:

Chiamami ai seguenti numeri:

  • 0373 966 456
  • 338 655 33 28 (anche via SMS o Whatsapp)

oppure scrivimi qui: